Martedì, 20 Dicembre 2016 00:25

Presidio invernale al Rifugio Barrasso

Anche per la stagione invernale 2016-2017 effettueremo il presidio al rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina, dalle ore 10:00 alle ore 14:00 delle domeniche e dei giorni festivi, rilevando i dati relativi alla viabilità, all'innevamento e alle condizioni meteo per trasmetterli  a Majambiente che diventa un punto di informazioni per gli scialpinisti che volessero salire al Monte Rapina.
Contestualmente informiamo del presidio anche il CFS, rendendoci disponibili per ulteriori informazioni.
Ringraziamo i soci che hanno collaborato al presidio 2015-2016 e contiamo sulla loro collaborazione per questa  stagione  invernale.

La giunta regionale, con delibera 386 del 21 giugno 2016, nell’ambito delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, ha dichiarato per il periodo 1° luglio - 15 settembre c.a., lo stato di grave pericolosità determinata dagli  incendi boschivi, normando nelle aree a rischio il divieto di accendere fuochi, usare fornelli che producano brace e compiere qualunque altra operazione che possa creare pericolo di incendio.  Tale normativa, valida tutto l’anno nelle aree a rischio, comporta particolare attenzione da parte dei soci e degli escursionisti che fanno uso dei nostri  rifugi, ai quali raccomandiamo, oltre al rispetto di quanto riportato nella delibera in allegato, di prestare particolare attenzione qualora si facesse uso del camino esistente all’interno degli stabili, spegnendo accuratamente il fuoco dopo l’uso, e di effettuare lo smaltimento delle ceneri assicurandosi del completo spegnimento. A riguardo, vi informiamo che stiamo predisponendo un apposito contenitore per la cenere (attualmente presente solo nel rifugio Di Donato alla Lama Bianca), che periodicamente sarà vuotato in un’area sterile indicata per ciascun rifugio.

 Il responsabile delle Capanne sociali

Mercoledì, 11 Maggio 2016 17:50

Presidio invernale al Rifugio Barrasso

Anche per la stagione invernale 2015-2016 abbiamo effettuato il presidio al nostro rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina dalle ore 10:00 alle ore 14:00 delle domeniche e dei giorni festivi, rilevando i dati relativi alla viabilità, all'innevamento e alle condizioni meteo.

Di questa attività informiamo ogni volta Majambiente che diventa un punto di informazioni per gli scialpinisti che volessero salire al Monte Rapina.
Contestualmente informiamo del presidio anche il CFS, rendendoci disponibili per ulteriori informazioni.
Ringraziamo i soci che hanno collaborato al presidio e contiamo sulla collaborazione per le prossime stagioni invernali.

La nostra sezione CAI di Pescara, ha recentemente firmato una convenzione con il PN Majella per la manutenzione della segnaletica di due sentieri:

  • Guado Sant'Antonio -  Pesco Falcone (sentiero B3)
  • Direttissima per il rifugio Iaccio Grande nel comune di Salle (sentiero Q9)

L'attività di cui si farà carico la Commissione Rifugi può essere estesa anche ai soci disposti a collaborare.

 

Mercoledì, 11 Maggio 2016 00:00

Raccolta legna ai rifugi

Per la raccolta della legna ai due rifugi, indicati di seguito, abbiamo concordato le seguenti date:

  • Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina - Domenica 4 settembre
  • Rifugio Filippo Di Donato alla Lama Bianca - Domenica 18 settembre

Per quanto riguarda i rifugi Iaccio della Madonna, Iaccio Grande e Di Marco, saranno organizzati, a cura della commissione, interventi mirati coinvolgendo i soci disponibili.
Come sempre, invitiamo tutti i soci a partecipare. estendendo l'invito anche ai familiari e ai non soci, almeno per la raccolta legna ai rifugi di più facile accesso, come il Di Donato alla Lama Bianca e il Barrasso a Monte Rapina, mentre per i più difficili da raggiungere, come Iaccio della MAdonna e Iaccio Grande, contiamo sulla collaborazione di quanti saranno in grado di fornirla.
Informazioni dettagliate su come si svolgeranno le operazioni (orari e punti di ritrovo) saranno affisse in bacheca una settimana prima.
Precisiamo che la partecipazione per i non soci è subordinata all'assicurazione da stipulare dagli stessi per quella giornata.

Venerdì, 23 Agosto 2013 01:10

Chi siamo

Chi siamo ?

Composizione

Nata nel luglio 2000 con l’acquisizione del rif. Paolo Barrasso, la commissione rifugi della sezione CAI di Pescara, composta attualmente da 9 membri (disponibili con continuità) e 5 collaboratori (disponibili all’occorrenza), è stata inizialmente costituita per promuovere l’acquisizione d’uso e il recupero di strutture idonee a funzionare come base per l’escursionismo e lo scialpinismo.

Raggiunto il numero di cinque rifugi, tale obiettivo è stato sostanzialmente raggiunto e l’attività della commissione è diventata essenzialmente gestionale. Tale attività comporta, con cadenza mensile, il controllo dello stato delle strutture e delle dotazioni, per intervenire a reintegrare le stesse e operare eventuali interventi di manutenzione ordinaria.

Fra i vari impegni della commissione, quello dell’approvvigionamento della legna prima dell’inverno rappresenta un’attività che ne coinvolge tutti i membri, e che si trasforma, per alcuni rifugi, anche in un’attività sezionale concordata con il consiglio direttivo.

Sempre in ambito gestionale la commissione cura le coperture assicurative per i visitatori e per i danni allo stabile. Quando necessario, si interviene anche sulla sentieristica di accesso ai rifugi curandone la manutenzione e la segnaletica.

Nel periodo invernale, inoltre, alcuni rifugi (Barrasso) sono presidiati nelle domeniche e nei giorni festivi da responsabili della commissione o da soci volontari. Il presidio ha il duplice scopo di fornire informazioni meteo ad un centro di rilancio, contattabile telefonicamente, e di essere un punto di appoggio ai visitatori, in massima parte scialpinisti, fornendo anche informazioni sull’area visitata e, con l’occasione, una tazza di the caldo.

 

Al 06 maggio 2016, l’organico della commissione è il seguente:

 

Responsabile: Roberto Tonelli

 

Vice responsabile: Nicola Caldarale

 

Membri: Alessandro Galli, Antonio Giugliano, Emilio Como, Francesco Zuccarini, Gabriele Capodicasa, Giorgio Sulpizio, Luigi Di Giovanni, Massimiliano Dioguardi

 

Collaboratori: Diego Viola, Marco Di Michele, Maurizio Costantini, Odra Marro

 

Funzionamento

La commissione è coordinata da un responsabile nominato dal consiglio direttivo della sezione CAI di Pescara cui risponde del proprio operato. Il responsabile propone un suo vice alla commissione. Se questa lo approva questi diventa effettivo per la durata del mandato del responsabile, che coincide con quella del consiglio direttivo.

Un membro della commissione deve necessariamente far parte del direttivo per essere referente presso lo stesso dell’attività della commissione. Il suo nominativo viene proposto dal direttivo stesso.

 

Contabilità

L’uso dei rifugi è gratuito. I visitatori che volessero dare un contributo alla gestione possono farlo all’atto del ritiro delle chiavi, ricevendo regolare ricevuta, oppure versandolo nell’apposita cassettina “contributo per il rifugio” presente in ogni stabile. Sarà cura del responsabile della commissione ritirare presso il punto consegna chiavi il contributo dei visitatori con la copia delle ricevute, oppure dalle cassettine nei rifugi, versando somme e ricevute in segreteria.

A cura del responsabile saranno inoltre presentati in segreteria i giustificativi di spesa derivanti dagli acquisti per la manutenzione o il reintegro delle dotazioni (the, caffè, zucchero, pasta, scatolame, olio, ecc.). A fine anno, la commissione presenterà un consuntivo delle spese e degli incassi sui quali sarà trattenuto il 10% per la sezione.

Martedì, 07 Febbraio 2012 00:00

Commissione Capanne Sociali

Pagina in costruzione...

Mercoledì, 16 Gennaio 2013 14:23

Le Capanne Sociali e il CAI di Pescara

Grazie ad un accordo con il Corpo Forestale dello Stato, con il Comune di Caramanico Terme e con il comune di Salle, la sezione C.A.I. di Pescara ha attualmente in uso cinque Capanne Sociali nella zona della Majella.

È stata costituita nell'ambito della sezione C.A.I. di Pescara una "Commissione Capanne Sociali" che ne curerà la gestione e che sarà referente al Consiglio Direttivo per tutte le attività connesse all'uso degli stabili.

 

 

Descrizione

Si trova a 1752 m in località “Prato della Maielletta” alle coordinate geografiche N 42° 009’ 08”; E 14° 005’ 55”.

È una costruzione ad un piano composta da due locali. La prima stanza è il locale sempre aperto, con un camino. Nella seconda, chiusa a chiave, ci sono una stufa, una cucina a gas e suppellettili. In questa stanza è stato creato un soppalco, cui si accede con una scala in legno, con 6 posti letto.

 

Itinerario perraggiungere il rifugio

Da Fonte Tettone raggiungere la presa dell’acqua appena sopra la fonte e seguire il sentiero (segnavia biancorossi), che parte dalla struttura attraversando a mezza costa in direzione Sud l’ampia depressione che incide in modo evidente il lato Nord del Tettone.

Il sentiero attraversa il bosco quasi in piano. Dopo due radure si esce dal bosco e si sale verso sinistra raggiungendo la strada per il rifugio che sale da De Contra.

 

Possibilità escursionistiche

La posizione del rifugio al centro di una lieve depressione riduce quasi completamente l’inquinamento luminoso e costituisce nel periodo estivo (notte di S. Lorenzo) una condizione ottimale per l’osservazione delle stelle cadenti. La facilità di accesso al rifugio, sia da Fonte Tettone che da De Contra, rende, d’estate, l’escursione particolarmente adatta ai neofiti e ai bambini.  Nel periodo invernale gli itinerari di scialpinismo passano leggermente più in alto del rifugio, che pertanto non è una base strategica per le escursioni di questo tipo.

 

Mercoledì, 03 Ottobre 2012 02:56

Rifugio Filippo Di Donato alla Lama Bianca

Descrizione

 

Il rifugio si trova a 1299 m nel Comune di S. Eufemia a Maiella (PE) alle coordinate geografiche N 42° 005’ 5’” – E 14° 002’ 44”, nella riserva naturale denominata "Lama Bianca”. Consta di due ambienti per un totale di sei posti letto. Al piano terra si trovano un camino, una stufa ed una cucina a gas con suppellettili, al piano superiore un tavolato con materassi. Il rifugio è immerso in una faggeta tra le più spettacolari della Maiella: per tale motivo essa è divenuta l’habitat di un rapace rarissimo, l’Astore, che caccia le sue prede nel fitto dei boschi. La minore asprezza del territorio a questa quota ha permesso la creazione di un’ampia rete di sentieri per portatori di handicap, tra le prime in Italia, e si sviluppa per circa sette chilometri. Tali sentieri coprono le parti più interessanti di questa riserva e sono stati concepiti per poter essere utilizzati da portatori di vari gradi di handicap, compresi i non vedenti e le persone anziane. Essi hanno il fondo di materiale speciale che permette il passaggio delle carrozzine e ne esistono di diverse difficoltà; sono corredati di un battente laterale che consente al non vedente di seguire il percorso con l'aiuto del bastone. Pannelli in Braille descrivono l'ambiente circostante. Nei pressi del rifugio, vicino ad una fonte perenne, sono stati realizzati un bagno per disabili ed un'area pic-nic.

 

 

Itinerario per raggiungere il rifugio:

 

Da S. Eufemia a Maiella proseguire sulla SS 487 verso Passo San Leonardo, dopo 5,6 km girare a sinistra al bivio con la strada forestale (asfaltata) per Rava del Ferro - Lama Bianca. Seguire la strada per 3 km, fino a raggiungere ad un tornante l'ingresso del sentiero per il rifugio (segnale con la scritta Lama Bianca). Il percorso dalla strada al rifugio si compie in 10 minuti.

 

Avvertenze:

La stanza superiore non ha finestre apribili. Per la sua aerazione notturna (consigliata) è possibile rimuovere un mattone in vetrocemento nella finestra lato Nord.

 

 

Possibilità escursionistiche

 

Grazie al Corpo Forestale dello Stato, nella zona della Lama Bianca sono stati realizzati alcuni sentieri per disabili che si sviluppano partendo dal rifugio. Altre semplici escursioni sono fattibili, ne segnaliamo alcune:

 

Escursioni estive:

 

  1. Partendo dal tornante appena sopra l’ingresso del sentiero per il Di Donato, inizia una strada forestale ora chiusa che sale attraversando la faggeta fino ad una radura denominata “La Macchiola”, con una fontana (Fonte della Chiesa) e un rifugetto. Un breve tratto di sentiero scende alla strada forestale per la Rava del Ferro. Di qui è possibile tornare al rifugio percorrendo un tratto di circa 2 km.

  2. Da Fonte della Fratta, a circa 3 km dalla SS487 sulla strada forestale (cartello on indicazione), imboccare ad un tornante il sentiero per disabili che inizia appena dopo la sorgente e risalirlo tutto fino al rifugio attraversando anche qui la meravigliosa faggeta.

 

Escursioni invernali

 

  1. Il rifugio è facilmente raggiungibile (1 ora) dalla SS487 in sci o con le racchette da neve seguendo la strada forestale. Può essere la base di importanti escursioni scialpinistiche per le quali rimandiamo ai testi specializzati.

 

 

Pagina 1 di 2

Comunicati

  • Presidio invernale al Rifugio Barrasso
    Anche per la stagione invernale 2015-2016 abbiamo effettuato il presidio al nostro rifugio Paolo Barrasso…
    Mercoledì, 11 Maggio 2016 in Comunicati Commissione Capanne Sociali
  • Manutenzione segnaletica - convenzione con il PN Majella
    La nostra sezione CAI di Pescara, ha recentemente firmato una convenzione con il PN Majella…
    Mercoledì, 11 Maggio 2016 in Comunicati Commissione Capanne Sociali
  • Prenotazioni per le Capanne Sociali
    Le prenotazioni dei rifugi vanno effettuate almeno tre giorni prima, inviando una mail all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Giovedì, 27 Settembre 2012 in Comunicati Commissione Capanne Sociali
Sabato 01-07-2017
Grotta Monte Cucco
Uscita per soli soci GES Cai Pescara
Domenica 02-07-2017
Grotta Monte Cucco
Uscita per soli soci GES Cai Pescara
Lunedì 03-07-2017
Grotta Monte Cucco
Uscita per soli soci GES Cai Pescara
Martedì 04-07-2017
Grotta Monte Cucco
Uscita per soli soci GES Cai Pescara
Mercoledì 05-07-2017
Grotta Monte Cucco
Uscita per soli soci GES Cai Pescara
Giovedì 06-07-2017
Grotta Monte Cucco
Uscita per soli soci GES Cai Pescara

Riservato ai soci CAI