Rifugio Filippo Di Donato alla Lama Bianca

Rifugio Filippo Di Donato alla Lama Bianca

Descrizione

 

Il rifugio si trova a 1299 m nel Comune di S. Eufemia a Maiella (PE) alle coordinate geografiche N 42° 005’ 5’” – E 14° 002’ 44”, nella riserva naturale denominata "Lama Bianca”. Consta di due ambienti per un totale di sei posti letto. Al piano terra si trovano un camino, una stufa ed una cucina a gas con suppellettili, al piano superiore un tavolato con materassi. Il rifugio è immerso in una faggeta tra le più spettacolari della Maiella: per tale motivo essa è divenuta l’habitat di un rapace rarissimo, l’Astore, che caccia le sue prede nel fitto dei boschi. La minore asprezza del territorio a questa quota ha permesso la creazione di un’ampia rete di sentieri per portatori di handicap, tra le prime in Italia, e si sviluppa per circa sette chilometri. Tali sentieri coprono le parti più interessanti di questa riserva e sono stati concepiti per poter essere utilizzati da portatori di vari gradi di handicap, compresi i non vedenti e le persone anziane. Essi hanno il fondo di materiale speciale che permette il passaggio delle carrozzine e ne esistono di diverse difficoltà; sono corredati di un battente laterale che consente al non vedente di seguire il percorso con l'aiuto del bastone. Pannelli in Braille descrivono l'ambiente circostante. Nei pressi del rifugio, vicino ad una fonte perenne, sono stati realizzati un bagno per disabili ed un'area pic-nic.

 

 

Itinerario per raggiungere il rifugio:

 

Da S. Eufemia a Maiella proseguire sulla SS 487 verso Passo San Leonardo, dopo 5,6 km girare a sinistra al bivio con la strada forestale (asfaltata) per Rava del Ferro - Lama Bianca. Seguire la strada per 3 km, fino a raggiungere ad un tornante l'ingresso del sentiero per il rifugio (segnale con la scritta Lama Bianca). Il percorso dalla strada al rifugio si compie in 10 minuti.

 

Avvertenze:

La stanza superiore non ha finestre apribili. Per la sua aerazione notturna (consigliata) è possibile rimuovere un mattone in vetrocemento nella finestra lato Nord.

 

 

Possibilità escursionistiche

 

Grazie al Corpo Forestale dello Stato, nella zona della Lama Bianca sono stati realizzati alcuni sentieri per disabili che si sviluppano partendo dal rifugio. Altre semplici escursioni sono fattibili, ne segnaliamo alcune:

 

Escursioni estive:

 

  1. Partendo dal tornante appena sopra l’ingresso del sentiero per il Di Donato, inizia una strada forestale ora chiusa che sale attraversando la faggeta fino ad una radura denominata “La Macchiola”, con una fontana (Fonte della Chiesa) e un rifugetto. Un breve tratto di sentiero scende alla strada forestale per la Rava del Ferro. Di qui è possibile tornare al rifugio percorrendo un tratto di circa 2 km.

  2. Da Fonte della Fratta, a circa 3 km dalla SS487 sulla strada forestale (cartello on indicazione), imboccare ad un tornante il sentiero per disabili che inizia appena dopo la sorgente e risalirlo tutto fino al rifugio attraversando anche qui la meravigliosa faggeta.

 

Escursioni invernali

 

  1. Il rifugio è facilmente raggiungibile (1 ora) dalla SS487 in sci o con le racchette da neve seguendo la strada forestale. Può essere la base di importanti escursioni scialpinistiche per le quali rimandiamo ai testi specializzati.

 

 

Letto 9577 volte Ultima modifica il Venerdì, 23 Agosto 2013 01:50

Galleria immagini